NUOVO TEATRO VERDI

Sede dei Lavori Congressuali

Il Teatro Verdi si trova al centro di Montecatini Terme, proprio adiacente alla pineta e agli stabilimenti termali. La sua storia risale al Febbraio del 1930, quando la Società Esercizi Teatrali presentava al Podestà di Montecatini il progetto per la costruzione del Teatro Giardino le Terme sull'area del Parco dei Divertimenti di proprietà della Società delle Nuove Terme.

Autore del progetto era l'architetto Lodovico Fortini che concepì il teatro all'aperto, in perfetta armonia con l'area del parco che lo circondava e con lo stile " eclettico " tipico della Montecatini termale. Il teatro venne inaugurato il 30 luglio1930 con l'opera AIDA di verdi, ed ebbe prima il nome di Teatro Giardino le Terme e poi Teatro Verdi, in onore del grande maestro che era stato un frequentatore abituale di Montecatini.

La platea, con pianta quasi a ferro di cavallo, fu realizzata ad una quota più bassa del terreno circostante, a gradoni, e vi si accedeva dal parco circostante scendendo dei gradini.

Nel 1981 il teatro, grazie all’allora patron Inigo Cortesi, storico impresario dello spettacolo toscano, è stato ristrutturato dotando la platea di una copertura fissa in tecnostruttura progettata dalla azienda leader mondiale Canobbio

Il teatro ha ospitato fino al 1940 prevalentemente spettacoli lirici; in seguito fu la location preferita delle operette e del varietà. Più recentemente (anni 80-90) invece è stato utilizzato come teatro studio dalla RAI in svariate occasioni (Serata d’Onore, Torno sabato..). Svariate sono state anche le manifestazioni congressuali di alto livello qui tenutesi nel corso degli anni (da Fiat a Poste Italiane).

Dopo alcuni anni di scarso utilizzo dal 2006, Concerti, musical, spettacoli dal vivo, questo è il Teatro Verdi a Montecatini Terme, inutile parlare del passato, chiuso il Kursaal è rimasto l’unico teatro funzionante. Ai tempi di Pippo Baudo c’era la famosa “Serata D’Onore“, ed in seguito “Torno Sabato“. Usato per diversi anni come principale location per opere teatrali classiche che però non hanno più lo smalto di un tempo, oppure usato come ultima destinazione di Miss Italia a Montecatini, sembrava ormai destinato al tramonto.

Con la nuova gestione della famiglia Cardelli si è passati a una programmazione completa di spettacoli durante tutto l’anno e ad adeguare il teatro alle esigenze odierne di comfort e di sicurezza con ristrutturazioni e modifiche quali la nuova tensostruttura, i nuovi servizi, nuova area giardino, e il recupero di elementi artistici importanti.

Un palco importante con circa 1600 posti a sedere, palcoscenico in muratura con vari camerini posti anche nel seminterrato, e la grande sala disposta in vari settori modificata negli anni per esigenze di adattamento ai vari grandi spettacoli, con un’ottima propagazione del suono e copertura telescopica con tendo-struttura in PVC.

I risultati si sono visti immediatamente, ed ora finalmente è risorto e rimane un polo di attrazione per la Toscana, i nomi non sono da poco, ve ne posso citare alcuni: Ranieri, Brignano, Tozzi, Baglioni, Renga, Militello, Albano, Woody Allen, De Sica, Hunziker e moltissimi altri.